Aspettando Fuorisalone 2011

Articolo:   33 di 174

Mancano una decina di giorni all’edizione 2011 del Fuorisalone e la frenesia degli ultimi giorni prima della presentazione di BESIDE è molto forte.

Non vogliamo ancora svelarvi cosa ha creato questo volta Massimiliano Adami in collaborazione con DesignTaleStudio, ma vi anticipiamo che il designer ha proseguito il percorso di analisi della piastrella dal punto di vista creativo, sperimentando e analizzando il gres per trovare nuove chiavi di lettura di questo materiale.

In attesa di presentarvi la nuova creazione, vi riproponiamo il primo progetto nato dall’incontro tra Massimiliano Adami e DTS, per ricordarvi l’approccio e il punto di vista del designer milanese nei confronti del gres porcellanato: Terraviva.

Terraviva nasce dal primo incontro tra Adami e DTS: un incontro fatto di sguardi, scambi di opinioni e sensibilità, tattile e visiva.

Da quel momento inizia un percorso di studio sull’ortogonalità, sulla superficie e sul concetto di piastrella intesa non più come rivestimento, copertura o semplificazione di ambienti, ma come parte integrante di un progetto, chiave decorativa, punto di rottura della monotonia.

Adami scopre la necessità di riavvicinare il gres porcellanato e il mondo del design alla terra, alla naturalità e alla vita terrestre. Non si tratta più solo di ottenere pulizia e rigore negli ambienti, o di rimarcare e riprendere texture che fanno eco ai materiali naturali, ma di immedesimarsi con la terra stessa, studiarne la superficie e le interruzioni che la rendono unica.

Martello alla mano, Adami si è divertito a ridurre in pezzi le lastre di gres porcellanato Refin e a ricomporle, rilegarle utilizzando la crepa come motivo di decoro, e non come difetto di composizione.

Lo studio artigianale del punto di rottura e della composizione è stato studiato e replicato su scala industriale attraverso il taglio a idrogetto, per ottenere precisione e pulizia di taglio.

La crepa è stata ricomposta attraverso l’impiego di resina epossidica colorata, per evidenziare il contrasto tra la superficie ceramica e la linea di rottura.

E il risultato, un progetto che non si sottrae al giudizio del tempo, e anzi, fa di un difetto la nuova chiave di lettura di un prodotto, è sotto gli occhi di tutti.

Ripercorrere l’esperienza passata con Adami non fa altro che alimentare la voglia e la frenesia di mostrarvi il nuovo capitolo della collaborazione tra Refin e Massimiliano Adami, BESIDE. Tra due settimane, in Refin Studio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizie correlate

Al Fuorisalone una nuova sperimentazione di Massimiliano Adami

Una nuova interpretazione ceramica firmata Massimiliano Adami.

Continua


Massimiliano Adami presenta Beside

Ecco il video girato in occasione del cocktail del 14 Aprile 2011 presso Refin Studio.

Continua


BESIDE: a Fuorisalone il mosaico ceramico di Adami

Massimilano Adami presenta Beside in occasione del Fuorisalone 2011.

Continua