Fossil


Vincitrice del concorso Create your Tile promosso da DTS 2014, la collezione Fossil di Kasia Zareba è una rivisitazione delle impronte preistoriche di piante e animali sulle formazioni rocciose pensata per motivi ornamentali destinati ad interni contemporanei. La collezione è disponibile in tre varianti cromatiche che presentano 5 soggetti grafici diversi miscelati casualmente.

“La collezione Fossil è una rivisitazione delle impronte preistoriche di piante e animali su formazioni rocciose, pensate per motivi ornamentali destinati ad interni contemporanei. Nel processo di realizzazione dei bozzetti, particolare ispirazione è stata tratta dai segni delle conchiglie scanalate di ammoniti estinti. Il fatto che il pattern sia disegnato a mano gli conferisce un aspetto unico, somigliante alle impronte delle creature primordiali impresse sulla superficie della pietra.”

Kasia Zareba, 2014

Fossil

Frame


Nella collezione Frame il linguaggio grafico sfrutta le più moderne tecnologie ceramiche per esprimersi in potenti superfici decorative ispirate a materie, soggetti
e suggestioni del passato. Studio FM ha interpretato la ceramica decorata con un progetto capace di guardare alla tradizione senza sconfinare nel falso storico o nella banale citazione.
La collezione Frame è connotata da nuove chiavi interpretative, quali la frammentazione del disegno e il cambio scala del decoro, e propone texture in grado di divenire
strumento creativo per l’architetto e il progettista e di valorizzare, innovandoli, sia gli ambienti residenziali che quelli commerciali.

“Il decoro grafico, un tempo elemento centrale del prodotto ceramico, ha vissuto negli ultimi decenni un inarrestabile declino, sfociato nel pressoché totale abbandono della decorazione delle pavimentazioni.
Frame sovverte questo schema rompendo il consolidato tabù che vede le pavimentazioni come incapaci di recepire il decoro grafico. Una sovversione resa ancor più palese dal processo industriale su cui s’innesta, utilizzando la serialità come strumento di accessibilità al prodotto, nel vero spirito originario del disegno industriale.
L’applicazione del disegno bidimensionale all’oggetto tridimensionale, ha consentito al graphic designer di relazionarsi con aspetti progettuali e tecnologici innovativi, producendo un risultato visivamente dinamico composto da varianti del medesimo soggetto accostabili in un inedito e sofisticato effetto patchwork.
Frame non rappresenta un ritorno al passato, ma uno slancio verso un futuro che muta senza dimenticare le proprie radici.”

Studio FM Milano, 2012

Frame Emilia Flower

Frame Majolica

Frame Geometric

Frame Carpet