Vivienne Westwood

Autori:   8 di 15

Prototipi:  Prototype VW  

Vivienne Isabel Swire sposa giovanissima Derek Westwood.
Nel ’71 comincia a disegnare vestiti e apre il suo primo negozio a King’s Road.
Le sue creazioni diventano simboli del movimento Punk ed è arrestata per aver sfilato lungo il Tamigi con i Sex Pistols durante il giubileo della Regina.
Nell’82 è la prima stilista inglese dai tempi di Mary Quant sulle passerelle parigine.
Disegna il corsetto “Statue of Liberty”, proposto per la prima volta come capo d’abbigliamento.
L’editore americano John Fairchild la include, unica donna, tra i sei migliori stilisti del mondo.
Insegna moda all’Accademia di Arti applicate di Vienna ed al Berliner Hochschule der Künste.
Insignita del titolo di Ufficiale dell’Impero Britannico da sua Maestà la Regina Elisabetta II, sposa Andreas Kronthaler e disegna il tartan Mac Andreas che entra negli archivi ufficiali del Museo di Lochcarron. La televisione inglese le dedica Painted Ladies, un documentario sul rapporto fra moda e arte.
Il Victoria & Albert Museum ospita una retrospettiva, la mostra più importante mai dedicata a una stilista inglese vivente, che apre anche a San Francisco e al Palazzo Reale di Milano.
La Vivienne Westwood Ltd ha oltre 20 linee prodotte, conta 30 negozi, esporta in oltre 86 paesi ed è presente in 700 punti vendita.
Vivienne Westwood è considerata uno dei guru più influenti della moda mondiale.